Questa ricetta dall’apparenza semplice è in realtà una delizia inaspettata. Dal perfetto connubio di aromi (riso, sedano, basilico) nasce qualcosa di esplosivo. Con gran soddisfazione per quel piccolo chimico che è nascosto in ogni cuoco.

Anche questo piatto è di Jamie Oliver, un grazie a lui ed un grazie a Sara che lo ha riprodotto alla perfezione.

Non so bene da dove cominciare perché questa ricetta in realtà è fatta di due ricette, quella del risotto bianco e quella del pesto. Se già le conoscete entrambe potete saltare alla fine.

Ma andiamo con ordine.

1 – Il risotto

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 litro di brodo (va bene anche un brodo vegetale di cipolla carota e sedano, ma ho l’impressione che un brodo di pollo sarebbe il massimo)
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • una noce di burro
  • 1 cipolla grande, tritata fine
  • 2 spicchi d’aglio, tritati fini
  • 4 o 5 costole di sedano, spuntate e tritate fini
  • 400 g di riso
  • 2 bicchieri di vermouth bianco secco o vino bianco secco
  • sale e pepe
  • 70 g di burro
  • 120 g di grana grattugiato

Scaldate il brodo.

In un’altra casseruola mettete l’olio e il burro e aggiungete la cipolla, l’aglio e il sedano facendoli soffriggere a fuoco dolcissimo per 15 minuti, evitando che prendano colore.

Quando il trito si è ammorbidito aggiungete il riso e alzate la fiamma.

Rosolate un po’ il riso mescolando continuamente. Dopo un paio di minuti il riso sarà diventato leggermente perlaceo. Sempre mescolando aggiungete il vermouth (o il vino) e lasciate evaporare.

Aggiungete ora il primo mestolo di brodo ed un bel pizzico di sale. Abbassate la fiamma e continuate ad aggiungere brodo poco per volta, lasciando sempre assorbire e sempre mescolando finché il riso è cotto.

Togliete dal fuoco ed unitevi una noce di burro ed il grana. Lasciate riposare un paio di minuti.

2 – Il pesto

Ingredienti:

  • Una manciata di pinoli
  • 1/2 spicchio d’aglio tritato
  • sale e pepe
  • 3 belle manciate di basilico fresco
  • una bella manciata di grana grattugiato
  • olio extravergine di oliva

Per preparare il pesto noi utilizziamo un mortaio giapponese (suribachi, vedi foto), che essendo tutto scanalato all’interno impedisce che le cose schizzino via da tutte le parti.

I pinoli possono essere passati un po’ al grill, senza tostarli, solo per tirarne fuori tutto il sapore. Mettete nel mortaio l’aglio, i pinoli ed il basilico, aggiungete un pizzico di sale ed iniziate a pestare il tutto. L’olio aggiungetelo poco per volta perché se è troppo i pezzetti cominciano a scivolare via e non si frantumano più. Aggiungete il formaggio e continuate a mescolare eventualmente con altro olio.

3 – L’unione fa la forza

A questo punto distribuite il risotto nei piatti mettendoci sopra una cucchiaiata di pesto ed una spolverata di grana, pinoli e foglioline di basilico… ed inebriatevi di profumo!