Cose che voi umani…

Inserisco questa folle ricetta dopo un lungo silenzio, approfittando del fatto che sono a casa malaticcia. Non si tratta stavolta di una ricetta che ho sperimentato personalmente, né in qualità di cuoca né di assaggiatrice, e sinceramente non so se augurarmi che ciò non avvenga mai! Si tratta delle ‘Melanzane con la cioccolata all’amalfitana’. Sì melanzane, sì cioccolata. Proprio così…La ricetta è tratta da un manuale molto prezioso che mi è stato regalato dall’amica storica Anna Mosconi, il ‘Grande libro della pasticceria napoletana’, di Piero Serra e Lya Ferretti, Salvatore di Fraia Editore. Ha tutta l’aria di essere un libro non facile da reperire in giro…dentro sembra quasi fotocopiato. Al di là dell’apparenza però è davvero una ‘chicca’, prima o poi ne trarrò qualche ricetta per un contest culinario tra cugini in salsa partenopea.

Ecco le dosi e la preparazione, nell’eventualità che vi venga voglia di qualcosa di -davvero- insolito:

otto melanzane grandi
tre/quattro cucchiai di farina
due uova
olio per friggere

dopo aver lasciato le melanzane sotto sale per due ore, in modo che perdano acqua, passatele nell’uovo sbattuto e quindi nella farina, dopodiché friggetele.

1/2 litro di latte
sei tuorli d’uovo
250 gr di zucchero
50 gr farina
sale
vaniglia
canditi misti, 100 gr

preparate con questi ingredienti una crema pasticciera a cui aggiungerete i canditi sminuzzati.

50 gr cacao
25 gr farina
1/2 litro di latte
una noce di burro

con questi invece dovreste fare una sorta di besciamella piuttosto liquida al cacao.

Dopodiché, si attacca con gli strati: melanzana fritta, crema pasticciera, melanzana, crema, melanzana crema ad esaurimento scorte e alla fine si ricopre il tutto con la crema liquida al cacao. Et voilà! Io ho conosciuto una persona -vera- che affermava di aver mangiato questo dolce ad Amalfi (che credo sia l’unico luogo al mondo dove questo dolce viene proprosto) e diceva di averlo trovato molto pesante ma non disgustoso.

P.s.: se fate un giretto su google scoprirete che questo dolce esiste, che è tutto vero e che ne esistono anche versioni diverse da questa.

P.s.2: ho aggiunto un nuovo link, della serie ‘blog con foto chiccose’. E’ ancora e sempre sui dolci, scusate, sono fissata…si chiama ‘la ciliegina sulla torta’.

Annunci

2 thoughts on “Cose che voi umani…

  1. Luca luglio 2, 2008 / 7:21 am

    Grillone, allora forse ti può interessare anche la Caponata di melanzane al cioccolato riportata da Fiordizucca (anche lei è una brava fotografa di cucina).
    Dice che secondo Carmen Consoli la ricetta originale della caponata siciliana prevedeva un accompagnamento di cioccolato fuso.
    Probabilmente sono entrambe ricette “arcaiche” nate prima della separazione dei gusti dolce e salato decretata dalla cucina europea qualche secolo fa, che invece non è presente ad esempio nella cucina cinese. Ma a ben guardare nemmeno la cucina siciliana ha mai pienamente assimilato questo “razzismo” dei sapori.

  2. balorsa luglio 11, 2008 / 6:28 pm

    Mi pare che in questo ultimo periodo gli chef battano un po’ la fiacca: è dal primo di Luglio che aspetto di assaporare un altro vostro esperimento chimico (dai che scherzo, Jacopo non offenderti) ; del resto posso anche capirvi: con questo caldo lavorare ai fornelli non è molto piacevole.

    Guardate che se non le scrivete voi le ricette c’è il rischio che le scriva io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...