Si tratta dei gloriosi biscotti preparati dalla squadra Lorenzo-Cristina-Giacomo durante il contest culinario invernale. La ricetta mi è stata passata dall’amica Mauria, che è una specie di ‘Mariarosa:40 anni dopo’; fa dei dolci deliziosi che di tanto in tanto getta in pasto a noi amici ghiotti e ingordi. Warning: sono un concentrato di grassi e zuccheri, e tra le ricette di cookies non sono neanche i peggiori in questo senso…a tal proposito vi invito a dare un occhio al link che ho appena aggiunto, joyofbaking: un sito che raccoglie un gran numero di ricette di dolci americani/inglesi in cui il peso degli ingredienti è indicato anche in grammi (e quindi niente scervellamenti su cups e ounces!!!) e il grassume del prodotto finito è semplicemente sconfinato. Ma torniamo ai biscottoni, servono:

150 g di burro
100 g zucchero bianco
100 g zucchero di canna
230 g farina
mezzo cucchiaino di bicarbonato
150 g gocce di cioccolato
150 g noci tritate
1 uovo
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale

Lavorate il burro precedentemente fatto ammorbidire a temperatura ambiente con gli zuccheri. Per comodità/rapidità io uso le fruste elettriche nel fare ciò, e anzi per questa ricetta le uso per amalgamare quasi tutti gli ingredienti (salvo le gocce di cioccolato). Aggiungete al composto burro/zucchero, che avrete lavorato bene e a lungo, l’uovo e la vanillina. A seguire, la farina, il bicarbonato, il sale. Per finire, le noci ben tritate e le gocce di cioccolato (ormai si trovano in commercio ovunque le gocce già formate, ma se a casa avete una tavoletta di cioccolato fondente che vi avanza, tritate grossolanamente quella e buonanotte al secchio).
La Mauria consiglia di versare dei grumetti di pasta nei pirottini di carta (misura media, ossia: non quelli piccoli da cioccolatino). Io invece faccio dei grumetti che pongo direttamente sulla piastra coperta dalla carta da forno (e però l’operazione è a rischio in tal caso, come s’è visto in sede di gara: può anche nascerne un unico biscotto gigantesco, che va poi diviso in porzioni più umane..).
Cuocete i biscottazzi in forno a 170/180 gradi x 10/12 minuti (in base al forno che avete…il che nel mio caso ad esempio di traduce in 20/25 minuti).
N.b.enissimo: non vi impressionate se quando li tirate fuori sono mollicci: si induriscono raffreddandosi. L’importante è che siano dorati sopra e ‘biscottati’ sotto.
Gnam!

P.s.: in genere io miscelo prima fra loro gli ingredienti ‘farinosi’ dei dolci, e poi passo tutto assieme al setaccio. Ovverosia, in questo caso specifico: unite farina, vanillina, sale e bicarbonato e cacciate tutto nel setaccio, facendo piovere la miscela sul composto a cui dovete unirla.